• Ammiraglio Ispettore Capo (CP) Vincenzo MELONE

    L’ Ammiraglio Ispettore (CP) Comandante Generale Vincenzo MELONE è nato a Roma (RM) il 9 febbraio 1953. Dopo aver conseguito il diploma di maturità scientifica ha frequentato i corsi normali di S. M. dell’Accademia Navale di Livorno dal 1972 al 1976, laureandosi in scienze marittime e navali. Quale ufficiale di Stato Maggiore della Marina Militare è stato imbarcato su diverse unità della Squadra Navale tra cui Nave Etna, Nave Doria, Nave Impavido, Nave S. Giorgio, Nave Centauro e Nave Canopo, conseguendo l’abilitazione as/sioc e il comando di guardia in plancia.

    Nel 1982 è transitato nel Corpo delle Capitanerie di porto, ricoprendo, tra gli altri, incarichi di comando presso i seguenti uffici:

    • Ufficio Circondariale Marittimo di La Maddalena, dal 1986 al 1987; 
    • Capitaneria di porto di Viareggio, dal 1995 al 1998; 
    • Capitaneria di porto di Pescara, dal 2002 al 2004; 

    Ne​l 1987 ha conseguito la specializzazione “ordinamento servizio sicurezza della navigazione e difesa "NBC”. 

    ​Nel periodo dal 1989 al 1991 l’Ammiraglio ha ricoperto l’incarico di Ufficiale Superiore addetto al Ministro della Marina Mercantile, dal 1992 al 1995 è stato Assistente del Comandante Generale e dal 1999 al 2002 ha curato i rapporti con il Parlamento per i provvedimenti di interesse del Corpo delle Capitanerie di porto. 

    E’ stato insignito delle seguenti decorazioni e onorificenze: 

    • Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana; 
    • Croce d’oro per anzianità di servizio militare; 
    • Diploma di Benemerenza con Medaglia per le operazioni di soccorso pubbliche calamità; 
    • Croce di Ufficiale con spade dell’Ordine al merito melitense dello SMOM​; 
    • Medaglia Mauriziana al merito di dieci lustri di carriera militare; 
    • Commendatore di merito con placca del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio. 

    ​Il 31 maggio 2005 ha assunto l’incarico di Capo del III Reparto Piani e Operazioni del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera ed in tale incarico è stato responsabile nazionale dell’impiego operativo della componente aeronavale e subacquea del Corpo, della predisposizione dei documenti di pianificazione e soprattutto delle emergenze in mare sia per quanto riguarda la salvaguardia della vita umana che della tutela dell’ambiente marino. 

    Il 15 novembre 2010 ha assunto l’incarico di Capo del I Reparto Personale del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera. 

    • Il 6 gennaio 2013 ha assunto l’incarico di Vice Comandante Generale
    • Il 16 maggio 2013 ha assunto l’incarico di Direttore Marittimo della Liguria – Comandante del porto di Genova
    • Dal 2 novembre ha assunto l’incarico di Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto. ​

     

    Il Comandante Generale delle Capitanerie di Porto

    da www.guardiacostiera.it/

     

  • Tracciabilità: approfondimento

    La normativa nazionale e comunitaria nell'ambito del regime di controllo, istituito ai sensi dei regolamenti (CE) 1224/2009 e (UE) 404/2011, disciplina la "tracciabilità" del prodotto ittico, in particolare dal momento della cattura alla prima vendita, attraverso la produzione ed il trasferimento di dati tra i diversi attori della filiera al fine di definire un valido sistema di rintracciabilità che con

  • Etichettatura: approfondimento

    I prodotti ittici della pesca e dell'acquacoltura freschi, refrigerati e congelati posti in vendita al dettaglio per il consumo finale debbono obbligatoriamente essere etichettati con le seguenti informazioni:

  • Esercizio dei compiti militari e relativo quadro delle dipendenze

    Per le linee di attività richiamate dall'art. 137 del Decreto Legislativo 15 marzo 2010, n. 66 - Codice dell'ordinamento militare (C.O.M.)

    Art. 132  - Istituzione e funzioni militari del Corpo delle Capitanerie di porto

  • Generale di Porto Ispettore Francesco MAZZINGHI

    Il Generale di Porto Ispettore Francesco Mazzinghi, nato a Livorno il 18 dicembre 1852, compie l’anno di volontariato nel 1871-72 alle dipendenze del 27° distretto del Regio Esercito, nella sede genovese del Segretariato Generale dell’Ufficio Operazioni Militari, con il grado di caporale. Entra, nel 1874, a far parte del Corpo delle Capitanerie di Porto, fondato da poco con il R.D. n.

  • Generale Capo di Porto Ernesto POLICASTRO

    Il Generale Capo di Porto Ernesto Policastro, nasce in un piccolo centro della Lucania, Trivigno, l’11 gennaio 1862. Spinto dal suo amore per il mare, entra nel Corpo delle Capitanerie di Porto il 1 febbraio 1883, dopo aver superato il concorso. Nell’arco dei suoi primi anni lavorativi presta servizio a Castellamare di Stabia, La Maddalena, Catania e Castellamare del Golfo, nelle cui sedi ricopre incarichi minori.

  • Generale di Porto Ispettore Federico MANDILLO

    Il Generale di Porto Ispettore Federico Mandillo è nato a Torino il 22 febbraio 1865: Diplomato all’Istituto tecnico sezione Commercio e Ragioneria, appena ventenne, entra nelle Capitanerie di Porto tramite concorso per Applicato di Porto il 22 febbraio 1885.

  • Tenente Generale di Porto Giulio INGIANNI

    Il Tenente Generale di Porto Giulio Ingianni n​​​ato a Marsala il 18 dicembre 1876, diplomato presso l‘Istituto Tecnico Nautico di Trapani, Giulio Ingianni viene iscritto nella terza categoria della leva obbligatoria di Porto Empedocle. Entra nell’amministrazione delle Capitanerie di Porto tramite concorso nel gennaio del 1896, con la qualifica di Applicato di Porto di 2^classe, destinato presso la Capitaneria di Porto di Porto Empedocle.

  • Tenente Generale di Porto Pirro ALFERI OSORIO

    Il Tenente Gnenerale di Porto Pirro Alferi Osorio è n​​​​​​​​​​​ato a Torino da nobile famiglia. Il giovane Pirro Alferi Osorio entra nel Corpo delle Capitanerie tramite concorso per Applicato di Porto di 2^ classe, il 12 febbraio 1883. Nei primi anni della sua carriera svolge servizio in Sicilia nella sede di Porto Empedocle.

  • Tenenete Generale di Porto Francesco MARENA

    Il Tenenete Generale di Porto Francesco Marena n​​​asce a Bari nel 1868. Dopo aver trascorso i suoi primi anni di servizio come fuciliere telegrafista nei quadri della Regia Marina, transita nel Corpo delle Capitanerie il 12 marzo 1899 con il grado di Applicato di Porto di 2^classe. Presta servizio nella sua città natale, dove sposerà la signorina Amina Vanalesti.