Le misure pre-cautelari e cautelari personali

Versione stampabileVersione stampabile

ll procedimento penale è essenzialmente la dialettica conflittuale tra il "diritto di libertà" dell’inquisito e la "pretesa punitiva" dello Stato.
Il modello accusatorio astratto contempla la presunzione di non colpevolezza dell’inquisito (art. 27. comma 2 Cost.), sicché prima della sentenza irrevocabile di condanna dovrebbero essere inammissibili meccanismi limitativi o privativi della libertà personale dell’inquisito, innocente in forza di legge.

II modelli accusatori positivi, tuttavia, in varia misura, consentono la limitazione anticipata dello stato di libertà, con misure cautelari, per:

  1. esigenze di difesa sociale, le quali, radicate nella coscienza sociale, richiedono, nelle more del processo, la protezione della collettività degli onesti dall’assalto del crimine;
  2. esigenze di ordine processuale, le quali sono correlate all’interesse al corretto ed ordinato esercizio dell’azione penale.

Tali esigenze sono recepite dal nostro Codice, anche in virtù delle sue tracce di inquisitorietà. L'esercizio del potere cautelare non è però senza limiti.

  • Il codice prevede:
  1. misure pre-cautelari di tipo custodiali e di pertinenza esclusiva degli Organi inquirenti: la Polizia Giudiziaria per l’arresto in flagranza e il fermo; il Pubblico Ministero solo per il fermo. L’arresto e il fermo costituiscono istituti inquisitori di natura pre-cautelare, in quanto operativi prima di qualsiasi valutazione giurisdizionale del Giudice e giudiziaria del P.M. e, quindi, antecedenti alle misure cautelari (giurisdizionali);
  2. misure cautelari giurisdizionali, adottabili solo da un Giudice e solo su richiesta del Pubblico Ministero (e quindi non della P.G., né di ufficio).

Le misure cautelari possono essere raggruppate in «misure coercitive», che sono, in vario modo, privative o limitative della libertà di locomozione, ed in «misure interdittive», che si limitano ad intaccare talune facoltà giuridiche o diritti, ma non incidono sulla libertà dell’individuo.
Come quelle personali, anche le misure cautelari reali (sequestro preventivo e sequestro conservativo) hanno natura solo giurisdizionale.